Il Monte Gottero,  dove Emilia Liguria e Toscana si incontrano, è custode dell’ Appennino.

Dalla cima del monte , nelle giornate più limpide , si gode di una meravigliosa vista sul mar Tirreno.

Questa meraviglioso monte fa da cornice all’ escursione di Trekking Dog Adventure, che si mette sulle tracce e alla ricerca del lago segreto del monte Gottero, il Lago Grande, uno degli ultimi tesori naturali dell’ Appennino Parmense di ponente, lascito storico dell’ultima glaciazione.

Per i nostri cani un ritorno alle origini, nella cornice naturale dell’ ambiente appenninico, un avventura per noi e loro, da vivere insieme .

Durata

4 ore escluso soste

Distanza

9 km

Dislivello

750 mt

Qualche immagine in anteprima

Equipaggiamento

Pranzo al sacco. Equipaggiamento obbligatorio: SCARPONI DA TREKKING, acqua (almeno 1 lt), abbigliamento da trekking adatto ad escursione, giacca a vento/antipioggia. Portare il necessario per far bere e mangiare il proprio cane (durante il percorso non sono presenti punti acqua). Nel rispetto delle normative vigenti in materia di Covid19, é obbligatorio portare con sé mascherina e soluzione idroalcolica per le mani.

Grado di difficoltà

Media di tipo EE

Cosa significa DIFFICOLTÀ MEDIA DI TIPO "EE"?
Si tratta di itinerari, anche non riportati al suolo o in cartografia, che implicano una capacità di muoversi su terreni particolari. Sentieri o tracce su sentiero impervio e infido (pendii ripidi e/o scivolosi di erba, o misti di rocce ed erba, o di roccia o detriti). Terreno vario, a quote anche relativamente elevate (pietraie, brevi nevai non ripidi, pendii aperti senza punti di riferimento ecc...). Possono presentare terreni aperti, senza continuità del piano di calpestio, con segnalazioni intermittenti o assenti. Sviluppano in zone poco o nulla antropizzate, dove l’attraversamento di corsi d’acqua può avvenire con guadi che possono presentarsi tecnicamente impegnativi specie dopo piogge abbondanti o in periodo di disgelo, dove è in genere difficoltoso trovare riparo dalle intemperie o chiamare aiuto in caso di infortunio e può non essere facile approvvigionarsi di acqua potabile e cibo e dove la percorrenza dei tratti boscati può implicare il ricorso anche non occasionale a strumenti di taglio a causa dell’intrico del sottobosco e dello stato di abbandono dei sentieri; possono occasionalmente presentare brevi concatenazioni di passaggi, anche esposti, in cui l’escursionista può essere costretto a far ricorso all’uso delle mani per mantenere l’equilibrio durante la progressione, come pure brevi concatenazioni di passaggi attrezzati con scalette e similari. Sono itinerari percorribili solo da escursionisti con buona esperienza, in ottime condizioni fisiche e ben allenati, che non soffrano di vertigini, che conoscano bene l’ambiente di svolgimento ed abbiano un’ottima padronanza delle tecniche di orientamento strumentale (bussola e/o Gps). Rimangono esclusi i percorsi su ghiacchiai, anche se pianeggianti e/o all’apparenza senza crepacci, come pure le vie ferrate, perché il loro attraversamento richiederebbe l’uso di attrezzature e tecniche alpinistiche per la progressione o per proteggere la stessa.

Segnalazioni particolari

Prenotazione al numero 3397550371 e-mail roberto.bardini@www.trekkingtaroceno.it
L’escursione verrà confermata al raggiungimento di minimo 6 partecipanti (max 12 persone).

Il proprietario accompagnatore è responsabile del proprio cane; ogni animale deve essere in regola con le Leggi vigenti in materia di animali domestici.

Il programma potrebbe subire variazioni in base a valutazioni da parte della guida.

Nel rispetto delle normative vigenti in materia di Covid19, é obbligatorio avere la mascherina e la soluzione idroalcolica disinfettante per le mani.